Il cane che rosicchia gli oggetti in casa

La distruzione o il danneggiamento di oggetti (spesso di valore) in casa, è un problema comune a molti. Generalmente i responsabili sono i cuccioli, ma in alcuni casi questo comportamento può durare fino all’età adulta. Vediamo alcuni consigli pratici per affrontare il problema.

Il cucciolo mordicchia gli oggetti

Non tutti magari ricordano la sensazione sgradevole in bocca che accompagna l’eruzione dei denti da piccoli. Nel cucciolo accade qualcosa di simile. L’eruzione dei denti è accompagnata da un fastidio più o meno intenso che trova (parziale) sollievo masticando o mordicchiando qualcosa.

Ne abbiamo già parlato quando abbiamo affrontato l’argomento Il cucciolo morde le mani: cosa fare?. Qui il problema è leggermente diverso perchè i destinatari del morso non siamo noi ma gli oggetti.

Ricordando sempre che nel cucciolo si tratta di una fase passeggera è importante tuttavia intervenire per limitare il problema, o in caso contrario potreste ritrovarvi con la casa distrutta in poco tempo.

Per prima cosa è importante generalizzare una categoria di oggetti che sono assolutamente intoccabili. Tipico esempio: le scarpe. Se decidiamo che le scarpe non vanno mordicchiate, dobbiamo applicare la regola a tutte le scarpe di casa, che sia una vecchia pantofola o una vecchissima scarpa da ginnastica, piuttosto che una costosissima scarpa di una marca pregiata.

Il cane non sarà mai in grado di fare la differenza fra una vecchia scarpa e una appena comprata. In fin dei conti entrambe puzzano di piedi (e del vostro odore). Se venisse punito perchè mordicchia una scarpa piuttosto che un’altra sarebbe una punizione piovuta dal nulla e assolutamente immotivata dal suo punto di vista.

Come Prevenire che succeda

Per prima cosa è utile togliere di mezzo gli oggetti preziosi. Dato che può capitare di doverlo lasciare solo in casa, in nostra assenza potrebbe aver distrutto tutto (anche in 10 minuti netti).

Se lo cogliamo sul fatto, mai strappare l’oggetto dalla bocca con la forza, a meno che non sia qualcosa di pericoloso per la sua salute. Togliergli qualcosa che credeva fosse suo può portare a due inconvenienti principali. Potrebbe iniziare ad esempio a:

In entrambe le ipotesi siamo noi ad aver causato il problema. Se venissimo percepiti come “ladri” è assolutamente lecito che voglia difendersi il suo cibo con i denti. Allo stesso modo, per mettere l’oggetto nel posto ppiù sicuro che conosce (il suo stomaco), potrebbe ingoiare qualsiasi cosa temendo che gli possaessere sottratta.

Quest’ultima circostanza può diventare una patologia, di cui abbiamo parlato qui: Pica, ovvero: il cane mangia ciò che non è commestibile.

Affrontare il problema

Per affrontare il problema, parlando sempre di un cucciolo, dovremmo cercare piuttosto di redirezionare la sua attenzione su qualcos’altro o di dargli dei giochi che può mordicchiare senza alcun rischio. Il Kong è una buona alternativa, ne abbiamo parlato qui: Kong per cani: un gioco utile e stimolante.

Queste le versioni per cuccioli da acquistare direttamente su Amazon:

Il cane adulto che distrugge il divano

Il divano è chiaramente solo un esempio, dato che potrebbe mordicchiare e distruggere (vista la potenza del morso da adulto) quasi qualsiasi cosa.

In questo caso il problema è più importante. Non si tratta infatti di un problema passeggero come nel cucciolo, ma probabilmente ben radicato nel suo modo di fare.

Perchè lo fa?

Togliamoci subito dalla testa che lo faccia per farci un dispetto: i cani non fanno dispetti. 

Alcuni cani hanno una maggiore propensione al morso, dato che le caratteristiche della razza a cui appartengono fa si che abbiano un orientamento orale nella scoperta del mondo e nelle esperienze di vita. Informarsi a dovere prima di prendere un cane sulle caratteristiche della razza è un buon inizio.

Nel caso dei meticci è piuttosto difficile sapere con quali razze sia stato incrociato, ma resta ugualmente possibile che fra i suoi antenati ci siano stati dei formidabili “mordicchiatori” di divani.

Non necessariamente la razza c’entra qualcosa. In tutti gli altri casi infatti il problema di fondo è uno solo: il cane si annoia a morte.

Consigli utili

Nella stragrande maggioranza dei casi, un cane adulto che rosicchia i mobili o distrugge qualcos’altro, lo fa perchè non sa che fare delle sue giornate. Il suo livello di energia repressa è altissimo e non potendola sfogare in altro modo si “attacca” letteralmente alla prima cosa che trova a portata di mano.

In questi casi naturalmente un buon espediente è quello di aumentare l’attività fisica del cane e aumentare gli stimoli mentali durante la giornata. Andate a correre, fate passeggiate più lunghe e acquistate un gioco di attivazione mentale.

Un cane stanco (fisicamente e mentalmente) sarà un cane felice, e non avrà energie residue per attaccarsi ai mobili. Più che di energia sarebbe meglio parlare di “voglia”: non avrà più bisogno di sfogarsi in quel modo, non ne avrà voglia.

In alcuni casi però un piccolo cambiamento di stile di vita come suggerito sopra, potrebbe non essere sufficiente. Magari è proprio mordere oggetti la sua aspirazione massima, l’attività che lo diverte di più e che lo stanca. Andare a fare una corsetta potrebbe non risolvere nulla in questo caso.

Per appagare le sue necessità dobbiamo allora acquistare degli oggetti adatti a questa attività, ovvero: ossi, salamotti, trecce, dentastick e i tantissimi altri oggetti di cui i negozi di animali sono forniti. E’ consigliabile acquistarne almeno due e alternarli periodicamente in modo che non si “stanchi” troppo presto del nuovo gioco. In questo modo i nostri mobili saranno in salvo… per adesso.

Come sempre, su Amazon trovate tutto:


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti