Recensione Libro: Dritto al cuore del tuo cane – Angelo Vaira

Oggi parliamo di un libro che ha suscitato il nostro interesse nel panorama della cinofilia: “Dritto al cuore del tuo cane” di Angelo Vaira, un libro che vi consigliamo di leggere qualunque sia la vostra esperienza sui cani.

L’autore

Per chi non lo conoscesse, Angelo Vaira è nato a Bari nel 1975, e si definisce un agevolatore della relazione col cane. Scrittore, conferenziere, formatore e conduttore televisivo, impegnato nella comunicazione e nell’insegnamento nell’ambito della psicologia e della relazione col cane.

Nel 2001 fonda l scuola cinofila Thinkdog che letteralmente significa “pensa come se fossi un cane”, ovvero entra nel suo mondo, guarda le cose dalla sua prospettiva, mettiti nei suoi panni.

L’obiettivo è quello di creare un’intesa, porci nei suoi confronti in modo autentico e naturale. Sarà il cane stesso a raccontare di sé, perché in verità lo fa continuamente, per chi abbia “occhi che ascoltano”.

Sul suo sito ufficiale si presenta in questo modo: “Alcuni mi conoscono come istruttore cinofilo, altri come zooantropologo o agevolatore… Ma queste sono solo parole. In questo lavoro ci metto l’anima perché penso che l’incontro con un animale non sia opera del caso. E se siamo sufficientemente maturi e aperti, attraverso la relazione con gli animali ci si schiudono orizzonti che altrimenti non potremmo esplorare. La connessione profonda con un’altro essere avviene solo attraverso il riconoscimento della nostra vera natura: spazio e gioia senza limiti”.

Il libro

Molte persone che hanno letto o leggeranno questo libro penseranno che si tratti di un approccio “nuovo”, rivoluzionario per certi versi, e molto più rispettoso nei confronti del cane.

In realtà da poco più di un decennio Thinkdog, così come altre scuole, stanno facendo piccoli passetti ogni giorno, per migliorare la concezione che si aveva del cane fino agli anni 80 e 90. Il cane non è più visto (per fortuna) come uno strumento, come un essere inferiore a disposizione del tiranno di turno, ovvero il padrone.

La rivoluzione c’è stata, ma non è iniziata adesso. La differenza è che in questi anni sempre più persone sono portate ad avere maggiore rispetto nei confronti del cane e a cercare “strade nuove” rispetto agli addestratori tradizionalisti che risolvevano tutto con la forza e con l’imposizione della figura del capobranco indiscusso, padre padrone che gestisce ogni secondo della vita del cane.

Questo libro è frutto di questo pensiero. A suo interno si trovano spunti interessanti, a prescindere che a leggerlo sia un neofita o un “addetto ai lavori”. Piccoli consigli che servono non soltanto a modificare la concezione e il punto di vista che si ha quando ci si relaziona con un cane, ma anche a risolvere problemi prativi della vita di tutti i giorni.

Alcuni lettori si sono lamentati del fatto che le tecniche consigliate non sempre funzionano, e che Vaira rimanda troppo spesso ad “un bravo educatore” nel suo libro. Su questo aspetto però ci troviamo in accordo con l’autore. Se alcune delle tecniche illustrate non funzionano, il motivo è semplice: ogni cane è una storia a se.

Quello che vale per uno, non necessariamente si potrà adattare ad un altro. I consigli dati in questo libro vanno intesi come nozioni generali, che comunque non escludono una visione a 360° e in carne e ossa del cane.

I rimedi fai da te non sono sempre utilizzabili. Se si rompe un tubo dell’acqua chiami un idraulico o provi ad aggiustarlo anche se non hai alcuna conoscenza? La stessa cosa dovrebbe valere quando si parla di cani.

Fra i capitoli che abbiamo trovato più interessanti c’è quello in tema di “errori che producono sofferenza e problemi”. Alcuni argomenti li abbiamo trattati anche noi (basta cliccare sul link per arrivare al nostro articolo): Nel capitolo del libro di Vaira troviamo:

  1. scegliere un cane in base all’aspetto fisico
  2. comprare un cane in un negozio di animali
  3. scegliere in base al prezzo
  4. regalare un cane
  5. ignorare che la tua vita cambierà
  6. trascorrere poco tempo con il cane
  7. far vivere il cane in giardino
  8. non considerare che il cane sporca
  9. ascoltare i consigli del vicino di casa
  10. usare la violenza

Consigliamo questo libro? Assolutamente si. Per acquistarlo direttamente su Amazon in formato Kindle o cartaceo potete cliccare sul link che trovare qui sotto.


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti