Tornado e Kainoa: Storia di un’Amicizia Speciale

La vita per una mamma con un figlio autistico può non essere facile per nulla: lo sa bene Shanna, madre di Kainoa, un bambino di 5 anni affetto da autismo.

La famiglia del piccolo ha girato il mondo in lungo e in largo, per cercare la miglior soluzione possibile, per dare al figlio una vita migliore giorno dopo giorno.

A causa della malattia il bimbo non può essere toccato, abbracciato, accarezzato, altrimenti si rischia una crisi anche importante, come spesso avviene quando si tratta di autismo.

Questo ha ovviamente un impatto devastante nella quotidianità: persino azioni che per molte mamme sono automatiche ed in qualche modo scontate diventano difficili, come ad esempio vestire il piccolo Kainoa, data la sua totale contrarietà ad essere toccato.

Ma qualcosa è cambiato, le lacrime scese sul viso di mamma Shanna questa volta sono state di commozione e felicità. Chi c’è di mezzo? Un Cane!

Proprio così: la famiglia, che vive in Giappone, si è spostata fino in America, per incontrare Tornado, un bellissimo Golden Retriever. Il risultato è stato amore a prima vista.

Il bambino ha subito sorriso al cane e subito si è avvicinato: pochi minuti dopo i due stavano già mettendo le basi per un’amicizia che speriamo possa durare a lungo, dando tanto al bimbo ed al cane.

Tornado è stato scelto per Kainoa dopo ben 2 anni di addestramento, dato il difficile compito che gli si richiede. Se è vero che a volte i bambini fanno cose che ai cani possono dare molto fastidio, è molto importante che cani con compiti speciali come questo siano addestrati in modo particolare, per essere in grado di rispondere nel giusto modo.

Sui Social Network la storia è inevitabilmente diventata virale, commuovendo tantissime persone sensibili al problema del piccolo Kainoa e alla capacità straordinaria di aiuto che i cani possono avere.

Proprio la mamma ha voluto esprimere attraverso foto e parole su Facebook la propria felicità e la propria commozione, per questo incontro speciale che potrebbe davvero cambiare le loro vite in meglio, come ci auguriamo.

Ecco il post apparso su Facebook:

Ecco quanto scritto da Shanna, tradotto liberamente da ZampeFelici:

Vedete questo momento? Non avevo mai vissuto un momento come questo. Ieri è stato il primo giorno in cui mio figlio, di 5 anni ed autistico, ha conosciuto il suo nuovo cane-assistente, Tornado. Siamo americani che vivono oltreoceano, in Giappone, e ci prepariamo da due anni all’incontro con Tornado.

Quest’immagine coglie la faccia di una madre che vede il figlio che non può abbracciare, lavare, vestire, coccolare e toccare liberamente, sdraiato di sua spontanea volontà sul cane.

Sono valse le battaglie per i servizi per mio figlio, ogni diagnosi, ogni dollaro speso, ogni modulo compilato, ogni incontro a scuola, ogni lacrima versata, ogni passo in avanti ed ogni passo indietro, tutti i dubbi sul futuro incerto. Per qualche motivo, grazie a Tornado, so che adesso andrà tutto bene.

Ieri ho pianto per un motivo diverso dal dolore. Una senzazione indescrivibile

Una storia per certi versi simile a quella di Tupper e Lego, che vi abbiamo raccontato in passato.

Adesso ci auguriamo il meglio per Tornado, Kainoa e la loro famiglia, consapevoli ancora una volta di quanto un cane possa cambiare e migliorare a vita di tutti, anche di chi soffre.


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti