Cane rovista tra i rifiuti e trova un cucciolo

Una storia a lieto fine

E’ successo a Novo Horizonte, un comune del Brasile nello Stato di San Paolo, ma sarebbe potuto benissimo succedere in una qualsiasi città italiana.

Un uomo di 53 anni, uscendo di casa, ha visto il cane del vicino rovistare nei cassonetti dell’immondizia. Non ha dato particolare importanza all’accaduto, dato che è una pratica piuttosto frequente dei cani, anche se la cagnolina sembrava piuttosto agitata in quella occasione.

Circa 30 minuti dopo, al suo ritorno, l’uomo si accorge che la cagnolina è ancora a pochi metri dai cassonetti, ma questa volta intenta a pulire accuratamente qualcosa che aveva trovato nei cassonetti.

Una volta vicino abbastanza da vedere di cosa si trattasse, si accorge del cucciolo

cucciolo-cassonetti

Dato che il cane sembrava molto restio a lasciar andare il cucciolo, che voleva proteggere a tutti i costi, l’uomo, non avendo molta esperienza di cani, decide di chiamare i volontari di un’associazione animalista locale.

Intervenuti sul posto, i volontari si rendono subito conto che il piccolo ha assoluto bisogno di una balia per sperare di sopravvivere, e iniziano a pubblicare richieste su Facebook. Fortunatamente, in poche ore è stata trovata un’altra cagnolina che stava allattando, che grazie al suo istinto materno ha subito preso a cuore il piccolo trattandolo come se fosse il suo.

balia-cane

L’idiozia umana

E’ difficile mettersi nei panni di chi è in grado di compiere un gesto simile. Cosa passa nella sua mente quando mette un cucciolo in un sacchetto di plastica e lo lascia fra i rifiuti? Si lascia un essere vivente con la stessa facilità con cui si lascerebbero delle scarpe vecchie.

In Italia non siamo immuni da questi comportamenti. Capita spessissimo di leggere appelli su Facebook per cucciolate intere lasciate a morire fra i cassonetti. Insultarli non serve a molto. In queste occasioni i commenti più gentili sono “ci metterei loro nei cassonetti!!!11!!” o “bastardi!!“, ma a che serve? Non leggeranno mai quei commenti e contribuiamo solo a diffondere odio senza alcun ritorno.

Quello che possiamo fare invece è iniziare noi stessi a dare un valore immenso ad ogni essere vivente, non solo al cane. Cercare di modificare l’idea comune che l’uomo sia il centro assoluto dell’universo, e che tutto ruota intorno a lui. Non è così.

Diamo il nostro esempio, senza fanatismi e odio incontrollato, ed educhiamo (soprattutto i bambini), al rispetto dell’altro.


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti