Curiosità: i cani della stessa razza si riconoscono?

Capita piuttosto spesso di sentir dire che il cane abbia una preferenza per altri esemplari della stessa razza. Cosa c’è di vero? E soprattutto perché?

Discriminazione visiva del cane e altre specie animali

Per prima cosa, i cani sarebbero in grado di riconoscere un altro cane in fotografia, distinguendolo da tante altre specie (uomo compreso). Secondo uno studio intitolato Visual discrimination of species in dogs condotto negli Stati Uniti, un cane potrebbe infatti distinguere con facilità un uomo, un cane, un cavallo e altri mammiferi senza alcun problema.

Il cane è uno dei mammiferi con più marcate differenze nell’aspetto fisico. Grazie (o a causa) della sfrenata selezione che l’uomo ha operato, esistono più di 400 razze diverse (quelle riconosciute dalla FCI) e ogni razza ha molte varietà di colore, tipo di pelo e molto altro. L’obiettivo dello studio era quello di determinare se il cane fosse in grado di discriminare un cane da tutte le altre specie.

Ai 9 cani che hanno preso parte allo studio, sono state mostrate immagini in sequenza che mostravano da un lato un cane, e dall’altro una pecora, un coniglio, un cavallo, un uomo, etc. Se il cane indicava il cane (non sappiamo bene se con la zampa o con il muso) riceveva una ricompensa in cibo.

Dopo alcuni minuti per capire l’esercizio, tutti i 9 cani sono stati in grado di selezionare le immagini che raffiguravano i cani di razze diverse e meticci. I cani sono dunque in grado di riconoscere un esemplare appartenente alla stessa specie a prescindere dal suo aspetto fisico.

I suoi simili

Per quanto riguarda invece la “preferenza”, se così si può dire, per i soggetti che gli somigliano, non sembra attribuibile alla concezione che il cane ha del suo stesso corpo. Per spiegarci meglio: un cane non sa esattamente quale sia il suo aspetto fisico, o meglio, se lo sa non è il motivo per il quale potrebbe preferire giocare con cani della stessa razza o che comunque gli somigliano se si tratta di un meticcio.

La ragione potrebbe essere molto più semplice. I cani della stessa razza, data l’uniformità dello standard in alcuni casi, sono quelli che gli ricordano i fratellini e le sorelline con cui è cresciuto. Hanno “un’aria familiare” per così dire, e sono i primi cani con i quali ha sperimentato esperienze piacevoli e giochi. Inoltre non è raro che anche la madre fosse piuttosto simile, anche nel caso dei meticci.

Questo principio è valido non soltanto nel caso di cani di razza, ma anche dei meticci infatti. Due cani neri, orientativamente della stessa taglia, saranno più portati a farsi “simpatia” reciprocamente rispetto a cani di razza, colore, peso e forma della testa differenti.

Questo è sicuramente un fattore da prendere in considerazione quando si sceglie di prendere un secondo cane in famiglia. 


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti