Il cane ci guarda attentamente (sempre)

Sarà capitato a tutti di volgere lo sguardo al cane e trovarlo intento ad osservarci con attenzione. Non per forza in attesa di qualcosa, cibo o altro. A volte sembra guardarci per il puro gusto di farlo. C’è una frase molto bella di Christopher Morley che riassume bene questo concetto:

“Nessuno apprezza il genio molto speciale della tua conversazione quanto un cane”

Intenzioni

Siamo un libro aperto per quel che riguarda le nostre intenzioni. Come spiegare altrimenti il fatto che il cane si alzi di scatto quando abbiamo deciso di andare a spasso, e non ci degni neanche di uno sguardo quando ci alziamo per andare al bagno? Com’è facile intuire, ciò succede perchè anche inconsciamente abbiamo tutti, chi più chi meno, una sorta di “routine” prima di uscire di casa. Che sia spegnere il pc mentre si è in piedi, chiudere una finestra o altro. Il nostro cane lo sa.

Oltretutto l’espressione del nostro viso la conosce a memoria, e come noi siamo in grado di capire molto spesso le sue intenzioni, la stessa cosa accade per lui. Siamo un libro aperto.

Emozioni

Il libro è aperto anche per quel che riguarda le emozioni. Che sia rabbia, frustrazione, gioia, euforia, negatività, non c’è nulla che possiamo nascondere al nostro cane. In questo caso oltre all’espressione del viso, il cane è in grado di decifrare una serie di altri indizi del nostro stato d’animo.

Con i suoi 220 milioni di recettori olfattivi (contro i nostri 5 milioni), il cane ha un olfatto che gli permette di “leggere” certe situazioni semplicemente “a naso”. Attraverso l’olfatto il cane è in grado di percepire ferormoni emessi dal nostro corpo, che gli danno una panoramica piuttosto chiara sulle nostre sensazioni. La postura, il tono di voce e semplicemente il nostro sguardo, sono altri elementi attraverso i quali ci “legge”.

Umore

Il rovescio della medaglia è che una “lettura” così accurata delle nostre sensazioni può rivelarsi controproducente in alcuni casi. Il cane molto spesso è lo specchio del padrone. Se l’umano è sempre rilassato, tranquillo, anche allegro, il cane non potrà che esserlo a sua volta.

In alcuni casi però (e fa parte della vita), ci ritroviamo a passare dei momenti “no”, ed inevitabilmente questo influenzerà anche l’umore del vostro cane. Se vi sentite particolarmente giù, non avete alcun modo di nasconderglielo. La soluzione sarebbe piuttosto non avere momenti “no”, ma questo credo sia impossibile.

Se non riusciamo a tirarci su da soli, cerchiamo di farlo almeno per lui. “Sfruttiamo” (in senso buono) la sua presenza per motivarci, portiamolo fuori, impariamo qualcosa di nuovo. Lui ce ne sarà grato, e non possiamo che trarne giovamento entrambi.

Se vi girate, probabilmente, è li che vi sta osservando, non è vero?

Potrebbe interessarti: E’ vero che i cani sentono se qualcuno ha paura? 

 


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti