La gravidanza isterica nel cane

Pseudogravidanza nel cane

La falsa gravidanza, pseudogravidanza (o gravidanza isterica) è un fenomeno piuttosto frequente che va ricercato nel fatto che, in natura, solo le femmine di più alto grado gerarchico sono ammesse alla riproduzione. Vediamo di cosa si tratta e i dubbi più frequenti.

Quando si verifica?

1-2 mesi dopo il calore. La cagna manifesta tutti i sintomi di una gravidanza, pur non essendo incinta e non essendosi accoppiata.

Perchè si verifica?

Dal momento che la vita selvatica comporta dei rischi non indifferenti (la mamma muoia ad esempio), anche tutta la cucciolata sarebbe destinata a morire. Madre Natura, sempre previdente, per risolvere il problema ha fatto sì che dopo il periodo dei calori (che in un branco naturale sono sempre “sincronizzati”) alcune femmine manifestassero una falsa gravidanza e quindi fossero in grado di produrre latte in caso di necessità.

Quindi, non è perchè la cagnetta ha voglia di essere mamma?

Ne abbiamo parlato in un articolo dedicato qualche tempo fa, che trovate a questo link: Bisogno di accoppiarsi?. La risposta possiamo anticiparla anche qui: assolutamente no. La cagna non sogna di diventare mamma. Come dicevamo prima è più un ruolo di balia che dovrebbe assumere, per allattare eventualmente i cuccioli di un altro cane in difficoltà.

Pensare che la cagna abbia una gravidanza isterica “perché ha voglia di avere i cuccioli” è un colossale fraintendimento che ha già portato alla nascita di milioni di cucciolate messe al mondo solo “per far contenta la povera cagnolina”.

Sintomi frequenti

I sintomi sono abbastanza semplici da riconoscere:

  • assunzione di comportamenti materni (cagna che si prepara la cuccia, che adotta pantofole o giocattoli come se fossero cuccioli, che ringhia a chi si avvicina ai suoi “piccoli” immaginari)
  • aumento di volume delle mammelle
  • presenza di latte (si parla di galattorrea: produzione di latte non associata alla gravidanza e al parto)
  • nervosismo
  • dimagrimento
  • vomito e nausea

Cosa fare?

La terapia della pseudogravidanza della cagna si basa sull’assunzione di farmaci, sotto forme di liquidi o di compresse, che servono a bloccare la prolattina in modo da far cessare la lattazione e di conseguenza tutti i comportamenti materni indotti dagli ormoni.

Si può anche decidere di non dare nessun farmaco e la produzione di latte si arresta naturalmente dopo qualche giorno. I farmaci servono ad accellerare il processo. La presenza di latte potrebbe provocare infiammazioni che, calore dopo calore, falsa gravidanza dopo falsa gravidanza, potrebbero portare a una metaplasia (e il passo alla neoplasia è breve).

In passato si tendeva a non dar da mangiare alla cagna per un giorno, in modo da diminuire la produzione di latte, ma è una soluzione un po’ drastica.

Come si risolve?

La terapia definitiva è ovviamente la sterilizzazione: tolte le ovaie, tolto il calore, la cagna non potrà più avere la falsa gravidanza. Far accoppiare la cagna non serve a prevenire la gravidanza immaginaria, visto che al successivo calore sarà tutto come prima.

Nella falsa gravidanza della cagna non c’è alcuna componente emotiva, tutto è dovuto all’ormone prolattina. Inoltre è importante non spremere le mammelle per toglierle il latte: più le stimolate più latte lei produrrà.

Togliere i pupazzetti (figli immaginari)?

Assolutamente si. Meglio distoglierla e portarla a fare delle passeggiate più frequenti. Anche per una cagna realmente incinta l’attività fisica è importante, con alcune limitazioni, che chiaramente in una “falsa” mamma non ci sono. Delle “distrazioni” più frequenti aiuteranno la vostra piccolina a superare più in fretta questo periodo.

 

Update - 2017.06.16Pubblicato la prima volta il 10 Agosto 2015

Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti