5 regole quando si incontrano cane e umano “nervosi”

Ci sono molti articoli in rete che riguardano le passeggiate e i cani “agitati”. Come calmarli, dove posizionarsi, corretta socializzazione, etc etc. Ci sono però due lati della medaglia, ovvero: gli altri cani e gli altri proprietari (magari proprio noi). Entrambi giocano un ruolo molto importante in caso di incontri con cani così sensibili. Oggi vediamo alcuni consigli per comportarsi al meglio in queste situazioni ed evitare stress e situazioni pericolose.

Da tenere a mente

Per prima cosa è bene sempre ricordare che:

  • Quel cane, è un membro della famiglia di qualcun’altro, ed è sicuramente amato
  • Ogni cane, di ogni razza, di ogni età può essere nervoso
  • Il proprietario è probabilmente già stressato, nervoso, imbarazzato, preoccupato, (o tutte queste cose insieme) dal comportamento del suo cane
  • Nessuno chiede di avere un cane “nervoso”, e nessuno lo vuole. Dovremmo apprezzare che quella persona non abbia gettato la spugna, che non l’abbia abbandonato da qualche parte. Ci sta provando, diamogli il nostro sostegno.
  • Se si trovano in un’area pubblica, è probabile che stiano lavorando sul nervosismo del cane. Non c’è altro modo di farlo se non facendo pratica in mezzo ad altra gente ed altri cani (a distanza di sicurezza).

 

Piccola precisazione su quest’ultimo punto. Stiamo parlando di padroni responsabili, che conoscono e tengono in considerazione il nervosismo del loro cane. Se vedete qualcuno con un cane molto nervoso con un guinzaglio estensibile a 20 metri che abbaia ferocemente, oppure un padrone che sembra infischiarsene dell’aggressività del suo cane, queste regole non si applicano. O meglio, applicatele ugualmente, ma solo per la vostra incolumità.

Rispettare un cane e un umano nervosi

Uno dei problemi principali è che le persone sembrano non ascoltare o non credere a quanto dice il padrone. A volte può essere assurdo pensare che un tenerissimo Yorkshire possa essere una bestia feroce della savana, ma può succedere, e dovete fidarvi della parola del suo proprietario e girare alla larga con il vostro cane.

1 – Ascoltate il suo padrone

Nessuno conosce il cane meglio di lui/lei. Se ti dice di stare alla larga, fallo. Alcuni cani possono mordere per paura o aggressività. vuoi metterlo alla prova?

2 – Osservate i cani

Se il padrone ha iniziato un percorso di riabilitazione o socializzazione con un professionista, potrebbe volere iniziare a far avvicinare il cane agli altri. Non fidatevi ciecamente di quello che dice, sta imparando. Potrebbe aver pensato che dato che gli ultimi 3 incontri sono andati bene, adesso il problema sia risolto, ma non è sempre così. Osservate sempre i cani, anche il vostro. Molti segnali sono spesso ignorati. Potrebbero innervosirsi per un dettaglio. Importante: mai fare incontrare due cani sconosciuti al guinzaglio.

 

3 – Cambiate strada

Gli umani di cane nervoso hanno sperimentato nel tempo tutte le tecniche immaginabili per evitare situazioni difficili: cambiare marciapiede, tornare indietro, fare passeggiate a orari improponibili, e guardarsi attorno costantemente. Alcune volte però si trovano in situazioni che non possono proprio evitare ed è nostro dovere aiutarli.

Siate educati e cambiate strada. Anche noi possiamo cambiare strada per una volta, tornare indietro, o semplicemente spostarci per dare spazio all’altro cane. Se siete in dubbio su quale sia la cosa migliore da fare chiedete all’altro umano!

4 – Tenete il cane al guinzaglio

I cani liberi in aree dove dovrebbero stare al guinzaglio sono forse la cosa peggiore per un cane nervoso. Il presupposto per poter lasciare un cane libero, è che torni immediatamente quando richiamato. Se così non fosse, è meglio tenerlo al guinzaglio, dato che potrebbe mettersi in situazioni pericolose (attraversare la strada o andare incontro a un cane nervoso).

Se avete l’abitudine di passeggiare in città senza guinzaglio (beati voi), rimettetelo immediatamente quando incontrate altri cani al guinzaglio.

5 – Siate gentili

Quando qualcuno sta provando in tutti i modi a evitare una situazione difficile, dirgli che ha un cane orribile, che ha bisogno di educazione, che sono dei cattivi padroni, non aiuta di certo. Renderà l’altra persona frustrata, imbarazzata e anche nervosa.

Tutto ciò avrà naturalmente un’influenza sul cane, che aumenterà il grado di nervosismo. Inoltre, fa perdere al padrone la concentrazione e l’attenzione sul cane, che può essere molto pericoloso. Tenete le vostre opinioni per voi stessi, per il bene del cane se non altro.

Perchè sono regole importanti?

Se tutti ci comportassimo in modo corretto, le possibilità di “incidenti” sarebbero ridotte al minimo. La percentuale di abbandoni perchè “il cane è aggressivo” è altrettanto elevata che “sono improvvisamente allergico”, “devo andare in vacanza” o altre stupidaggini. Seguire queste regole potrebbe evitare un abbandono in canile.


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti