Comportamento distruttivo nel cane

Il cane distrugge tutto

Con il “tira al guinzaglio” e”vuole litigare con tutti”, il comportamento distruttivo è ai primi posti nei problemi che sono spesso chiamati a risolvere gli educatori cinofili. Questo succede perché, com’è giusto che sia, non tolleriamo che il cane distrugga oggetti di valore in giro per la casa.

Se consideriamo però che questo comportamento è molto spesso solo un campanello d’allarme che nasconde un problema molto più grosso, il nostro pensiero va a tutti gli altri cani che manifestano il loro disagio in modi meno “costosi” e che rimangono tali perché il proprietario non se ne accorge.

Distruggere oggetti (di valore o meno), è infatti una manifestazione di un disagio nel cane adulto. Questo comportamento può essere assolutamente normale da cuccioli, dato che tramite la bocca imparano ad esplorare il mondo e i limiti che gli abbiamo dato. Da adulti invece la situazione è ben diversa, ed è opportuno intervenire tempestivamente per risolvere il problema.

Perchè lo fa?

Stress, noia, energia accumulata e chi più ne ha più ne metta. I motivi possono essere infiniti e non è possibile elencarli tutti. Ogni cane ha una ragione ben precisa per farlo, ma non lo fa in nessun caso per fare un dispetto al padrone (ne abbiamo parlato in questo articolo: Il cane fa i dispetti?).

Ricercare la causa può essere piuttosto difficile, ma per iniziare potremmo farci delle domande importanti:

Rimedi

Se avete risposto in modo positivo alle domande precedenti, non avete nulla da rimproverarvi. Spesso si tende a dare la colpa ai proprietari per ogni comportamento indesiderato del cane, ma in questo caso potrebbe non essere cosi.

Il vostro cane, per carattere, razza, abitudini o predisposizione, potrebbe gradire enormemente sgranocchiare gli oggetti. E’ fatto così, e non possiamo farci molto, ma dobbiamo comunque intervenire per arginare il problema, dato che i mobili, i tappeti e divani costano parecchio, e non possiamo permetterci di lasciarglieli sgranocchiare. A questo punto si prospettano due soluzioni:

  • Togliere tutto ciò che è di valore dalla sua portata: questo significa ad esempio mettere “al sicuro” scarpe, pantofole, calzini, oggetti preziosi o peggio ancora pericolosi per la sua incolumità. Limitare il suo raggio d’azione circoscrivendo gli spazi in cui può muoversi liberamente. ad esempio: non può entrare in salotto. Questa soluzione ha il grossissimo inconveniente di lasciare il problema li dove sta, senza risolvere un bel niente. Certo, i nostri oggetti sono al sicuro, ma non il suo stato mentale, che potrebbe addirittura peggiorare e manifestare il disagio in modi ben peggiori. Se io ho voglia di sgranocchiare qualcosa durante la giornata e non mi permettono mai di farlo, cosa posso inventarmi per sfogare questo istinto?
  • Sostituire l’oggetto da sgranocchiare con uno adatto: in commercio si trovano tantissimi giochi, palline, ossi e altro ancora che sono pensati per situazioni come queste. La masticazione è un attività che drena molta energia nel cane, e alcuni soggetti hanno assoluto bisogno di farlo. Se usate degli ossi, non esagerate con le quantità, e se del caso riducete la razione giornaliera.

La soluzione migliore è quindi mettere in pratica i due rimedi contemporaneamente. Ovvero: dopo aver rimosso dalla sua portata tutti gli oggetti di valore o pericolosi, sostituiteli con oggetti che può masticare liberamente e che gli daranno molta soddisfazione.

Cercate di non usare mai vecchie scarpe o vecchie pantofole ad esempio, dato che il cane non è in grado di fare la differenza fra una scarpa vecchia degli anni 80 e un costosissimo paio di scarpe appena acquistate.


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti