Il cane fa i dispetti?

Il cane è un animale intelligente. Pensa, impara, sa di chi fidarsi e calcola i rischi meglio di un assicuratore. Ma i dispetti no. Quelli proprio non riesce a concepirli. Ragioniamo troppo dal punto di vista umano e per l’ennesima volta vogliamo attribuire al cane dei sentimenti che non gli appartengono (come il senso di colpa).

Il cane vive nel presente e non penserebbe mai una cosa del tipo “Ora gli distruggo il divano perchè mi ha lasciato solo, così quando torna, fra tre ore, sarà arrabbiato”.

Pensiamo all’ultima faccia “colpevole” che abbiamo visto del nostro cane (anche se di colpa non si tratta come abbiamo già detto in questo articolo), e proviamo a ricordare quanto non gli piacesse il fatto che eravamo arrabbiati.

Se prevedesse l’esito dei suoi eventi, sapendo di arrivare alla conclusione di farci arrabbiare, non inizierebbe nemmeno. Prendiamo spunto da due segnalazioni che abbiamo ricevuto, per analizzare la situazione e generalizzare i fatti.

Il mio cane fa la pipi se lo lascio solo

Questa frase la sentiamo in continuazione. Sarebbe una sorta di punizione che il cane ci infligge? Non credo. La pipi è uno strumento attraverso il quale si libera dallo “stress” di essere rimasto solo.

Ricordiamoci che i cani non hanno la percezione a lungo termine delle conseguenze sociali delle proprie azioni.

Se tornando a casa troviamo una pipi sul tappeto e lo puniamo per questo, il cane non avrà la minima idea che i due fatti sono collegati. Penserà “ogni tanto il mio umano è arrabbiato senza motivo…”.

Ma se non riesce a collegare “l’incidente” alla punizione, come potrebbe articolare un piano diabolico che partendo dal suo misfatto arrivi al nostro dispiacere (ovvero: farci un dispetto)? La spiegazione della faccia “colpevole” la trovate in questo articolo: I cani si sentono in colpa? 

Il mio cane si è mangiato il libro che stavo leggendo

“Lo ha fatto apposta! Lo sapeva quanto ci tenessi a quel libro! Lo stavo leggendo da tre giorni di fila”.

Anche questo fatto (raccontato da un nostra lettrice), ha come sfondo il cane lasciato solo a casa. Anche in questo caso, chiaramente, i “dispetti” non c’entrano niente.

La cosa più probabile è che trovandosi solo, il cane abbia deciso di abbassare lo stress da una situazione spiacevole sgranocchiando qualcosa. Dovendo scegliere, ha preferito un oggetto abbastanza rigido, ma non indistruttibile, e che soprattutto era PIENO di odori della sua padrona (che lo teneva fra le mani da tre giorni!).

Avrebbe potuto fare la stessa cosa con un pigiama o con le pantofole. Il cane vive evidentemente una situazione di disagio quando è solo in casa, e il modo che ha trovato per diminuire il suo stato di ansia è il libro della padrona.

I dispetti non c’entrano molto. In occasioni come questa e per un periodo limitato, potrebbe tornare utile un KONG, che può agire come tampone dello stress in alcune situazioni.

Naturalmente questa non è la soluzione a tutti i problemi, e ogni situazione v affrontata singolarmente e con l’aiuto di un educatore se necessario. Diciamo più che altro che può essere un punto di partenza. Ecco alcuni modelli che ti consigliamo:


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti