5 consigli per una buona passeggiata

Passeggiare con il cane è un nostro dovere dal momento in cui abbiamo deciso di adottare un cane. Andare a spasso non serve soltanto ad espletare i bisogni fisiologici, ma per il cane è anche un momento di svago, di realizzazione, di conoscenza del mondo esterno e fonte di stimoli indispensabili. Ecco qui alcuni consigli per fare in modo che resti sempre un momento piacevole, in sicurezza, per la nostra incolumità e per quella del nostro cane.

1 – Avere tutto quello che ci serve

Sacchettini per raccogliere gli escrementi, medaglietta con numero di telefono al collare/pettorina, guinzaglio adeguato, acqua (e ciotola da viaggio) in caso di lunghe passeggiate. Se avete intenzione di fare qualche esercizio all’aria aperta (in un luogo sicuro) per divertirvi e far divertire il cane non dimenticate anche premi o giochi. Cercate di avere sempre una mano libera, in modo da poter reagire più velocemente in caso di problemi. Mettete tutto l’occorrente in una borsetta che sarà “lo zainetto del cane”.

2 – Essere mentalmente presenti

E’ molto facile farsi prendere dai pensieri e dalle preoccupazioni quotidiane durante le passeggiate. Parlare al telefono o chiacchierare con la persona che ci accompagna o con altri proprietari, possono farci perdere d’occhio il cane, che nel frattempo potrebbe essersi cacciato in un guaio. Abbiate sempre un occhio (o entrambi) sul cane, in modo da controllare in ogni momento che non ci siano pericoli.

3 – Conoscere le esigenze del proprio cane

Sapere quanta distanza può percorrere senza che rimanga senza fiato, o al contrario, restare un po’ di più a spasso se avete un cane super-energico è fondamentale. Se avete un cane che non gradisce il contatto con gruppi di cani, non andate nelle aree cani. Preferite piuttosto una buona passegiata in un luogo più isolato. Non va matto per i bambini? Non passate davanti alla scuola elementare proprio all’orario di uscita dei bambini. Rispettatelo e non mettetelo in condizioni di comportarsi come non vorrebbe.

4 – Routine, ma non troppo

Il cane è un animale abitudinario. Adora le certezze e sapere come si svolgerà la sua giornata (più o meno). Cercate di passeggiare sempre allo stesso orario (più o meno: se spostate la passeggiata di un’oretta ogni tanto non fa niente). Al contrario, per quanto riguarda i percorsi cercate di variare il più possibile. So bene che non sempre è possibile fare lunghe passeggiate in natura, ma anche nelle nostre città, cambiare periodicamente il solito percorso potrebbe essere fonte di stimoli importanti per lui.

5 – Pericoli in strada

Purtroppo le strade italiane sono fra le più sporche in europa. Frammenti di vetro, bottiglie, cibo avariato e chi più ne ha più ne metta, sono un reale pericolo per i cani. Cercate di guardare sempre con anticipo il percorso che state effettuando. Passeggiando al guinzaglio è buona norma guardare 5-10 metri più in la per prevenire situazioni pericolose.

Informiamo gli altri

Non me ne vogliano i proprietari “modello”. I 5 consigli precedenti possono sembrare superflui per la maggior parte di voi, ma non lo sono per chi è alle prime armi con un cane. Piuttosto che pensare “lo so già…” sarebbe più produttivo informare chi non ha la vostra esperienza, in modo da non fargli commettere errori che prima o poi tutti abbiamo fatto.

Potrebbe interessarti: L’importanza di non strattonare il cane durante la passeggiata


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti