Il cane ha morso un passante o un altro cane: cosa fare? cosa rischio?

L’eventualità che il nostro cane possa mordere un passante (o un altro cane) mentre lo portiamo in giro in passeggiata è un evento assai probabile, specie se ha un caratterino niente male o se abbiamo fatto degli errori madornali durante la sua crescita.

Alcune volte (molto frequentemente per la verità), la colpa può anche non essere affatto nostra. Passeggiando con il cane al guinzaglio non è raro infatti incontrare cani lasciati liberi (e a volte per nulla tranquilli) o persone che non hanno la minima idea di come ci si debba approcciare ad un cane sconosciuto.

Precisiamo fin da subito che nel 99% dei casi la legge darà la colpa al proprietario del cane che ha morso, anche se sappiamo bene che la colpa è spesso condivisa o interamente della persona che ha ricevuto il morso.

Cosa dice la legge?

Sotto il profilo penale e civile, l’evento di un aggressione è trattato in vari articoli. Vediamone alcuni che potrebbero interessarci.

Penale

Art. 672 del Codice penale (omessa custodia e malgoverno di animali): “chiunque lascia liberi, o non custodisce con le debite cautele, animali 
pericolosi da lui posseduti, o ne affida la custodia a persona inesperta, 
è punito con la sanzione amministrativa da € 25 a 258 euro”.

Questa è l’ipotesi in cui potremmo ricevere una bella multa per aver lasciato libero il nostro cane. La definizione di animali pericolosi è molto vaga, e il cane potrebbe rientrarci. Sarà il giudice a valutare caso per caso se far rientrare la fattispecie nella definizione.

Nel caso in cui il nostro cane mordesse o cagionasse qualsiasi altro danno a una persona si applicano anche gli articoli relativi alle lesioni personali. Siamo responsabili del nostro cane (o del cane del vicino se ce l’ha affidato anche per un’ora).

Art. 582 e 590 del codice penale per lesioni personali: «Chiunque cagiona ad altri per colpa una lesione personale è punito con la reclusione fino a tre mesi o con la multa fino a euro 309. Se la lesione è grave la pena è della reclusione da uno a sei mesi o della multa da euro 123 a euro 619, se è gravissima, della reclusione da tre mesi a due anni o della multa da euro 309 a euro 1.239 (…) ».

Le lesioni si differenziano in:

  • Lievi: prognosi inferiore a 20 giorni
  • Gravi: prognosi fra i 21 e i 40 giorni
  • Gravissime: prognosi superiore a 40 giorni

E’ importante sottolineare le parole “per colpa”. Ciò vuol dire ad esempio aver lasciato il cane libero (avremmo dovuto sapere che il cane va tenuto al guinzaglio per legge, e che la legge non ammette ignoranza).

Civile

Art. 2052 Codice civile: “il proprietario di un animale (o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso) è responsabile dei danni cagionati dall’animale, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito, salvo che provi il caso fortuito.”

Il caso fortuito non è da intendere come “oh che sbadato.. mi è caduto il guinzaglio dalle mani”, ma si applica in casi diversi e oggettivamente imprevedibili. Esempio: stiamo passeggiando al parco e veniamo colti da un malore. Mentre siamo privi di sensi il cane morde un passante; in questo caso non avevamo nessuna possibilità di evitare l’evento.

Cosa rischia il cane?

Oltre alle probabili conseguenze che ci riguarderanno, dobbiamo anche considerare cosa rischia il cane. Di tanto in riceviamo alcune mail preoccupatissime dopo un evento del genere. La paura più grande è che possa essere portato via o addirittura sottoposto a eutanasia. Chiariamolo una volta e per tutte: può essere abbattuto? ASSOLUTAMENTE NO.

Questa certezza è valida naturalmente solo nel caso in cui il cane non abbia ucciso un essere umano. In quest’ultimo caso la situazione è molto diversa, e dovremmo rivolgerci ad un buon avvocato.

Parliamo di un “semplice” morso. Nel caso in cui venisse sporta denuncia, i servizi veterinari dell’ASL vi contatteranno per effettuare una visita del cane (a vostre spese). Verranno controllati i documenti e le vaccinazioni. In alcuni casi potrebbe anche essere effettuato un test per la rabbia (malattia debellata in Italia da molto tempo).

Dopo la visita il cane potrebbe essere iscritto in un registro di cani “mordaci”, e potreste essere obbligati a far indossare guinzaglio e museruola ogni volta che vi trovate in un luogo pubblico.

Nei casi più gravi potrebbe essere imposta una quarantena di 10 giorni. In passato per questo periodo il cane era rinchiuso in un canile, ma per fortuna oggi si tratta di “arresti domiciliari”, ovvero: il cane non dovrà lasciare la vostra proprietà per 10 giorni.

Se dovesse mordere più di una volta vi verrà inoltre imposto un percorso riabilitativo con un veterinario comportamentalista, ma non vi verrà imposto di abbattere il cane.

Consigli utili

Per prima cosa ricordate di non fuggire mai (mai) dal luogo del fattaccio. Le conseguenze potrebbero essere molto più pesanti. Identificatevi con la persona che ha subito il morso (o con il proprietario dell’altro cane) e mostratevi sempre gentili e comprensivi.

Anche se siete assolutamente sicuri che la colpa non sia vostra, sappiate che la legge vi darà torto in ogni caso (lui ha una ferita alla mano e voi giurate che il vostro cane è il più buono del mondo).

Se il cane ha attaccato e ferito un altro cane offrite di pagare le spese veterinarie. Un altro proprietario di un cane dovrebbe (in teoria) essere più comprensivo, dato che dovrebbe sapere che questi eventi sono assolutamente normali e possono accadere.

Che abbia morso una persona o un cane, ricordate che mostrarsi gentili e disponibili potrebbe evitarvi guai più seri, e magari evitare anche conseguenze penali.


Non perdere tutti gli Aggiornamenti GRATIS: Clicca su Mi Piace!

Commenti

commenti